Addominoplastica

Addominoplastica

L’addominoplastica (o chirurgia dell’ addome) è intervento di chirurgia estetica plastica per la riduzione dell’ addome (riduzione eccesso di grasso e di pelle alla pancia e ai fianchi) e per correggere il cedimento della parete muscolare  dell’ addome (pancia rilassata e cadente) dopo un forte dimagrimento o dopo una gravidanza (o ripetute gravidanze). La chirurgia dell’ addome comprende tre principali tipologie di intervento: la liposuzione dell’ addome, l’ addominoplastica e la mini-addominoplastica.

L’intervento Si distinguono due tipi di addominoplastica:
• addominoplastica classica
• miniaddominoplastica

La differenza tra i due interventi sta non solo nella lunghezza della cicatrice (da spina iliaca a spina iliaca nell’addominoplastica classica, solo sovrapubica nelle miniaddominoplastica) ma anche nel fatto che la quantità di tessuto dermoadiposo rimosso è molto più limitata nella miniaddominoplastica e che in questa l’ombelico non viene mosso dalla sede originale. Nell’addominoplastica classica, l’ampia dermolipectomia, la disinserzione dell’ombelico, lo scollamento dei tessuti fino alle arcate costali, permette di intervenire sulla muscolatura addominale che viene “sintetizzata” (i muscoli retti dell’addome vengono avvicinati e suturati sulla linea alba).

ANESTESIA:

L’intervento di addominoplastica si esegue sempre in anestesia generale. La durata è di 2-3 ore.

Postoperatorio Il ricovero per l’intervento di addominoplastica è di 1/2giorni . Il decorso non è doloroso ma fastidioso. Vengono posizionati due drenaggi e il primo giorno il/la paziente rimarrà allettato. Per almeno un mese dopo l’addominoplastica si dovrà evitare l’attività sportiva.